CHI SIAMO | C’era Una Volta – Il Festival sulla Qualità della Vita

C’era una volta” il primo Festival sulla qualità della vita, nasce da un’idea semplice, ma ambiziosa: riunire in un unico evento annuale, tutte le migliori storie, percorsi ed esperienze sulla qualità della vita.
Il festival, promosso e ideato dall’associazione Pescara Punto Zero, attiva in ambito culturale e ambientale in Abruzzo, avrà luogo a Pescara dal 7 al 9 ottobre 2016.

Nonostante la grave crisi economica degli ultimi anni, che ha causato la perdita del lavoro di ampie fasce di popolazione, nonostante sui media si dipinga una situazione generale di abbassamento del benessere e del “potere di acquisto” delle famiglie, nuovi comportamenti, stili di vita, modelli culturali, si propongono nella nostra società: il festival ha l’obiettivo di mostrare queste esperienze, come un racconto, dove il lettore che sfoglia le pagine di un libro, viene colpito da una frase, una descrizione, un percorso di vita.

Lo scenario

Dal nord al sud dell’Italia, è in atto una rivoluzione silenziosa, che ha colto nella crisi un’opportunità: si sta creando una rete diffusa di microeconomie che ripartendo dalle persone e dalle loro capacità, valorizzano il territorio.
Una rete e soprattutto dei valori, che riscoprono l’importanza della collaborazione e della conservazione dei “saperi antichi”, spesso promuovendo lavori o usi che le statistiche non riescono a rilevare, negli spazi urbani, in campagna, ma sempre all’insegna del rispetto dell’ambiente, del risparmio e della qualità della vita.

Gli attori

I protagonisti di questa rivoluzione, che all’interno del festival vengono presentati come la narrazione di una favola (“C’era una volta…”) propongono una nuova visione in prospettiva sul futuro della nostra società, o meglio, della nostra vita quotidiana: a cominciare dall’alimentazione, con la riscoperta delle tradizioni culinarie, ma soprattutto alla qualità di quello che mangiamo, alla necessità di rallentare il nostro tempo per cogliere le sfumature e i passaggi importanti che segnano la nostra vita. Inoltre quest’anno un’area del festival sarà interamente dedicata all’educazione dell’infanzia e alla pedagogia. Abbiamo fatto ricerca per un anno intero, incontrando sul territorio nazionale le “realtà” più attive e innovative per ciò che riguarda il mondo dei bambini.

Siamo profondamente convinti che il messaggio intrinseco nel Festival, che volge a recuperare le buone pratiche e a migliorare la qualità della vita, debba partire in primo luogo dai bambini e dalle famiglie. Per questo durante i tre giorni, si susseguiranno dibattiti, tavole rotonde e laboratori che serviranno per informare ed orientare i bambini e le loro famiglie sulle nuove forme di educazione presenti sul territorio.
Il Festival “C’era una volta” 2016 si offre come luogo aperto, come spazio per la narrazione di un racconto all’interno di ciò che bisogna tutelare e riscoprire, che sia esso un luogo fisico o semplicemente un’idea.